DALLA REGIONE LAZIO FINANZIAMENTI PER PROGETTI PER RICERCA, INNOVAZIONE E START-UP

Dalla Regione Lazione finanziamenti per la ricerca e l’innovazione

La Regione Lazio, con quattro avvisi pubblici, finanzia progetti per ricerca, innovazione e start-up. Si tratta di:

  • Progetti di Gruppi di Ricerca 2020”, è destinato a Organismi di ricerca e diffusione della conoscenza (università e centri di ricerca) con sede nel Lazio che presentino progetti singolarmente o in aggregazione tra loro.

Ciascun progetto sarà finanziato al 100%, per un importo massimo di 150mila euro. Obiettivo finale: arrivare a finanziare fino a 140 gruppi di ricerca, per un totale di oltre 560 ricercatori laziali beneficiati. Dal 30  settembre sarà possibile avviare la compilazione del formulario on line.

  • Emergenza coronavirus e oltre”, ha una dotazione di 3 milioni di euro (fondi regionali) ed è pensato per finanziare progetti, presentati in partnership da Organismi di ricerca (Odr) e imprese, che possano portare sul mercato (entro 6 mesi al massimo) sia soluzioni per il contrasto al Covid-19 (medicinali, trattamenti, dispositivi medici, attrezzature ospedaliere e mediche, strumenti per la raccolta e/o il trattamento dei dati per il monitoraggio della diffusione del virus ecc.), sia strumentazioni, dispositivi, sistemi e applicazioni in un‘ottica di welfare innovativo.

 

Dal 7 settembre sarà possibile avviare la compilazione del formulario on line.

  • Dottorati Industriali” per promuovere e ampliare la collaborazione tra il sistema della ricerca e dell’innovazione regionale e le imprese del Lazio. L’obiettivo è cofinanziare circa 50 dottorati industriali ad alto contenuto innovativo promossi dalle partnership tra università (statali e private), Pmi e grandi imprese ed enti pubblici. I progetti di ricerca, della durata di 3 anni, devono essere coerenti con la S3 regionale. Scopo ultimo è valorizzare i giovani laureati delle università del Lazio, al fine di creare e facilitare i rapporti di collaborazione tra università e imprese, innovare il modello produttivo laziale investendo in ricerca e sviluppo e favorire l’inserimento nelle imprese laziali di giovani altamente qualificati.

Le Università statali e private del Lazio e l’Impresa o Ente pubblico si impegnano ad attivare borse di studio nell’ambito del corso di dottorato. Le Parti intendono promuovere la collaborazione in un dottorato di altissimo profilo scientifico e con particolari requisiti di qualità e di respiro internazionale. Nelle domande dovranno essere specificati: gli obiettivi e le tematiche disciplinari nell’ambito delle aree tematiche individuate dalla Strategia Regionale di Specializzazione Intelligente; la qualità del coinvolgimento dell’Università nelle varie fasi di progettazione del dottorato.

Per ogni progetto approvato la Regione Lazio si impegna a versare all’Università un contributo a fondo perduto pari al 50% dell’importo di 1 borsa triennale di dottorato industriale (valore massimo della borsa pari all’importo stabilito dagli appositi decreti del MIUR) nel caso di una partnership tra Università e Grande Impresa. Quest’ultima si impegna a versare il rimanente 50% all’Università. Nel caso di partnership tra Università e PM Imprese o altri Enti pubblici la sovvenzione della Regione Lazio sull’importo complessivo di 1 borsa triennale potrà arrivare al 70%.

Il bando verrà pubblicato nel mese di settembre.

  • “Pre-Seed”, bando già aperto ma rifinanziato con risorse aggiuntive. Si tratta di un bando con cui la Regione intende finanziare con contributi a fondo perduto due tipologie di progetti: da una parte, con interventi fino a 30.000 euro sostiene la creazione e la fase avviamento di start up innovative, al fine di renderle interessanti per il mercato del capitale di rischio; dall’altra, al fine di rafforzare il legame tra il mondo della ricerca e le imprese, si promuove la nascita di spin-off della ricerca con interventi fino a 100.000 euro. Il bando è aperto.

 

‍Per ulteriori informazioni inviare una e-mail a info@riformed.it

in News by