Avviso per progetti di ricerca e sviluppo nell’ambito delle Neuroscienze

E’ in fase di pubblicazione il nuovo Avviso della Regione Campania volto al finanziamento di progetti di ricerca e sviluppo riguardanti il dominio tecnologico-produttivo delle biotecnologie applicate alle neuroscienze, nelle sue declinazioni più tecnologicamente avanzate e coerenti con le traiettorie tecnologiche prioritarie della RIS3 per tale ambito (di cui par. 4.4.3 dell’allegato alla DGR n. 773 del 28/12/2016), schematizzate nel prospetto che segue:

Ambito tecnologico Traiettorie tecnologiche prioritarie
Diagnostica –      Nuove tecnologie di Imaging diagnostico e molecolare e sviluppo di tecniche di analisi microscopiche per immagini ad alta velocità

–      Sviluppo di approcci innovativi non invasivi per la diagnosi pre- clinica, anche attraverso sensori e biosensori

–      Sviluppo di bio-marcatori, con tecnologie innovative e applicazioni cliniche connesse anche mediante lo sviluppo di bio- banche

Sviluppo di nuove molecole farmacologicamente attive e nuovi farmaci –      Strategie innovative per il trattamento di malattie croniche e sviluppo pre-clinico di nuovi composti

–      Sviluppo e produzione di molecole per le patologie neurodegenerative anche mediante processi e/o strategie sintetiche

–      Sviluppo di farmaci orfani tramite l’utilizzo di strategie innovative per il trattamento di malattie genetiche rare

–      Tecnologie per il drug delivery e per la veicolazione sui bersagli molecolari di interesse

Approcci terapeutici innovativi –      Sviluppo di approcci terapeutici innovativi (es. terapia cellulare sostitutiva, vaccini innovativi, terapia genica e batteriofagi) per la profilassi e/o la cura di malattie

–      Individuazione e ottimizzazione di protocolli sperimentali alternativi all’uso di animali da laboratorio

Medical devices e materiali innovativi –      Sviluppo di sensori wearable non invasivi

–      Sviluppo formulativo e clinico di una nuova gamma di dispositivi medici e di biomateriali per la gestione e la terapia di patologie d’interesse diffuso (dermatologico, oftalmico, odontoiatrico, ortopedico, oncologico e cerebrovascolare, per le malattie neurodegenerative e neoplastiche e per la medicina rigenerativa)

Soluzioni ed applicazioni ICT per le biotecnologie e la salute umana[1] –      Applicazioni e Tecnologie ICT a supporto della ricerca clinica e per la gestione dei dati

–      Applicazioni e tecnologie ICT a supporto della diagnostica e della prevenzione delle patologie

–      Applicazioni e tecnologie ICT a supporto della gestione e dell’implementazione di processi sociosanitari

–      Tecnologie basate su RFID per il tracciamento dei farmaci

–     Tecnologie per la produzione, la gestione e la sicurezza dei dati sensibili

I progetti dovranno essere sviluppati su due temi principali:

  • le malattie dello sviluppo cerebrale quali ad esempio autismo, schizofrenia, disturbi dell’alimentazione;
  • l’invecchiamento cerebrale e le malattie correlate quali morbo di Alzheimer, demenze, morbo di Parkinson, Parkinsonismi.

Le intensità di aiuto previste sono così determinabili:

  • il 65% dei costi ammissibili per la ricerca industriale;
  • il 40% dei costi ammissibili per lo sviluppo sperimentale.

L’intensità di aiuto per la ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale può essere aumentata fino a un’intensità massima dell’80% dei costi ammissibili come segue:

  • di 10 punti percentuali per le medie imprese;
  • di 20 punti percentuali per le piccole imprese.

Per ulteriori informazioni inviare una email a info@riformed.it

in Bandi by